Fuori Dal Mucchio Numero Novembre '05
A cura di Federico Guglielmi e Aurelio Pasini

Juglans Regia

Juglans Regia

Controluce
autoprodotto

Dopo l’esordio “Prisma” del 2001, e senza aver mai accantonato l’attività, tornano a farsi sentire i toscani Juglans Regia, attivi orgogliosamente da circa tre lustri. Ascoltando questo “Controluce”, si fatica a trovare dei contatti con i Raising Fear, la prima incarnazione del gruppo che, negli ’80, cercava di guadagnare posizioni con un heavy metal dignitoso ma privo di particolari intuizioni.
Rispetto al debutto, il salto di qualità è evidente: l’utilizzo del cantato in italiano, ha trovato una sua giusta collocazione e la voce di Alessandro Parigi, ben si amalgama con il tessuto sonoro creato dai suoi compagni di avventura. Ritmiche solide e fraseggi di chitarre rielaborati dall’heavy metal fanno da base alle sei canzoni, che stupiscono per alcuni insediamenti al limite del rock progressivo, soprattutto nei dodici minuti di “Il Vento”, coraggioso brano alimentato da più influenze. Altro punto di forza del CD è “Riflessi”, tenebrosa ballata, ricca di pathos, con passaggi quasi dark rock, sostenuta da uno splendido assolo di chitarra e da un testo da ascoltare con attenzione. I Juglans Regia sono l’ennesima conferma che nei cunicoli dell’underground oltre alla passione, è possibile trovare del rock di valore (http://www.juglansregia.com/).

Gianni Della Cioppa

 Vota questo Disco  Il voto medio �: 3 (714 voti)

Torna